• Perugia - Palazzo dei Priori e La Fontana MaggioreVedi
  • Giro dell'Umbria 2022

    1° tappa - Gualdo Cattaneo - La rocca 7 aprile 2022Vedi
  • Giro dell'Umbria 2022

    1° tappa - Gualdo Cattaneo 7 aprile 2022Vedi
  • Giro dell'Umbria 2022

    1° tappa - Gualdo Cattaneo Castello di Cisterna - 7 aprile 2022Vedi
  • Giro dell'Umbria 2022

    2° tappa Assisi - La basilica 8 aprile 2022Vedi
  • Giro dell'Umbria 2022

    2° tappa Assisi - La rocca Maggiore 8 aprile 2022Vedi
  • Giro dell'Umbria 2022

    2° tappa Assisi - Il camminamento nella Rocca 8 aprile 2022Vedi
  • Giro dell'Umbria 2022

    3° tappa Perugia - San Domenico, il chiostro 9 aprile 2022Vedi
  • Giro dell'Umbria 2022

    3° tappa Perugia - Rocca Paolina 9 aprile 2022Vedi
  • Giro dell'Umbria 2022

    3° tappa Perugia - Tempio di Sant'Angelo 9 aprile 2022Vedi
  • Giro dell'Umbria 2022

    4° tappa Tuoro - Campo del Sole 10 aprile 2022Vedi
  • Giro dell'Umbria 2022

    4° tappa Tuoro - Isola Maggiore 10 aprile 2022Vedi
  • Giro dell'Umbria 2022

    4° tappa Tuoro - Isola Maggiore 10 aprile 2022Vedi
NEWS: LEGGI I RECORD CAPANNESI AGGIORNATI - 5X1000 il codice fiscale per l'Atletica Capanne: 03070870542 - ATTENZIONE: Per chi non lo avesse ancora fatto si ricorda di inviare il CERTIFICATO MEDICO per mail a mencaronisauro@libero.it

Tutti gli articoli

 Perugia 11 Aprile 2021.                                                                      
  
Nella Domenica dopo Pasqua,  dopo mesi senza gare in umbria, ben due grossi appuntamenti in un sol giorno, la Strasimeno (posticipata di un mese) e la prima  riunione in pista per le categorie da cadetti/e in poi.
Nella Strasimeno, quest'anno con soli 3 traguardi, 21km, 42 km e 58 km, ben 802 partecipanti hanno onorato l'appuntamento portando a termine uno dei 3 percorsi.
Vittorie, nella Ultramaratona di 58km per mohamed Hajjji e per Denise Tappatà.
(De Rosa e Martini prima del via)
Qui Noi avevamo un solo rappresentante, Raffaele De Rosa, che però stoicamente ha portato a termine l'ULTRAMARATONA , concludend0 in 205a posizione su 300 arrivati in 6h52'10". Bravissimo Raffi e....ora sotto con il GIRO.  Nella mezza maratona, molto bene i nostri 2 rappresentanti, Luca Martini nonostante le non perfette condizioni di salute, ha sfiorato il personale giungendo 76° assoluto e 10° di categoria in 1h33'28", bene anche in funzione del Giro dell'Umbria dove sarà uno dei Nostri più accreditati atleti per un posto di riguardo nella classifica generale. Anche Nicola Titoli, al ritorno alle alle gare da tempo immemore, si è piazzato dignitosamente sul traguardo della 21km posto ai giardini di Passignano sul Trasimeno, 1h38'15" per un buon 119° posto assoluto su 338 arrivati.
 
TROFEO PERUGIA RIPARTE STADIO SANTA GIULIANA
Peccato che il tempo questa volta non ci abbia assistito, freddo pungente, prima forte vento (tanto bene contrario sul rettilineo d'arrivo) e poi nel finale di giornata pioggia battente, perché altrimenti la manifestazione ha avuto un successo strepitoso con quasi 400 atleti in gara di cui molti provenienti anche da Regioni limitrofe. In ogni caso non sono mancate prestazioni di rilievo come gli oltre 61mt nel martello dei "grandi" di Gregorio Giorgis( Città di Castello) il record Regionale nel giavellotto allievi  di Damiano Colais (Città di Castello) con 48,07 e le 2 volate di Junior Tardioli ( Educare con il movimento) prima nei 100 con 11"13 con addittura 3,2mt di vento contrario e poi nei 400 piani, corsi per la prima volta con un grande 49"01.
Per venire alle prestazioni degli atleti di Capanne, segnaliamo 4 risultati da circoletto rosso: Aurora Orlandi e Arianna Binaglia prima e seconda ai loro primi 80mt da cadette con, rispettivamente 11"28 e 11"32 tutte e due con oltre 2 metri di vento contrario  e soprattutto una condizione tutt'altro che ottime visto che Aurora sono soltanto 2 settimane che si allena più o meno regolarmente e che Arianna viene dalla quarantena-covid, ma non di 15 giorni ma quarantena-quarantena cioè 40 giorni chiusa in casa.
Per lei soltanto 3 allenamenti prima di questa gara. Pertanto le loro prestazioni sono da considerare, in un ottica futura come grandissime.
(Lorenzo Bartoli)
Terza prestazione degna di nota è quella realizzata da Lorenzo Bartoli, all'esordio negli 800mt, più piccolo degli atleti in gara, non si è fatto intimorire e ha corso alla grande dal primo all'ultimo metro, fermando il cronometro a 2'04"10, con un passaggio "folle" sub-60". Veramente bravo, 7°assoluto, naturalmente primo del 2005.     
Quarta segnalazione per Emanuela Varasano che, con una corsa giudiziosa ha finito in crescendo i suoi 3.000 metri andando a migliorare il P.B. di oltre 19" e stabilendo così con 11'20"90  un'ottima performance per un'atleta master che se fatto ad Ancona nel corso dei Campionati Italiani indoor le avrebbero consentito di lottare per una medaglia.
Il resto, certamente non è da buttare, per molti si è trattato di gareggiare dopo mesi e mesi, per altri addirittura è stata la prima gara in senso assoluto, pertanto le varie prestazioni vanno prese come un punto di ripartenza  verso una stagione, intanto migliore dal punto di vista metereologico e poi verso obbiettivi più o meno grandi ma pur sempre obbietivi. Vediamole le altre prestazioni: Esordio nei 100mt per Powell Darena, 11"98 13°assoluto ( -3mt vento) la dice lunga del talento di questo 2005 con origini del ghana, va solo "sgrezzato". Elisabetta Baldelli è giunta 3a nel giavellotto, poco sotto il suo standard, lanciando l'attrezzo di 600g a mt31,31 e giungendo 5a nei 100 con un discreto 13"33( -2,5mt). Caterina Ranieri, da lei ci si aspettava sicuramente un crono migliore nei 400 piani, ma, visto il tempo, freddo e con vento finale il suo 4°posto assoluto in 1'02"12 non è certo da buttare. Chiara Fucelli invece ha fatto una controprestazione,nei 3.000 metri, perché gli ultimi allenamenti la davano in grande spolvero, ma forse per questo ha pagato una partenza troppo "allegra" ( 3'36" ai 1.000) e quindi ha pagato nel finale ( 3'57" l'ultimo 1.000) chiudendo in 11'18"96 ben lontano dal suo p.b. che è 11'04". Dai Chiara si può solo migliorare e ora sotto con i tuoi 3.000 siepi. Elena Ramacciati non finisce di stupire, per avendo ridotto di tanto gli allenamenti x lo studio ( quest'anno ha la maturità) ha colto un buon 8° posto nei 100mt con un tutt'altro che disprezzabile 13"81. Il Nostro bravissimo tecnico Nicola Alberati è giunto 4° nei "suoi" 800mt con 2'01"60 dando l'impressione di poter anche vincere la gara, ma qualcosa nel convulso finale non ha funzionato. Gara comunque dignitosa. Anche se da Giacomo Caligiana ci aspettiamo sempre più, questa volta ci accontentiamo dei 21" tolti al personale dei 3.000 metri e portato a 10'23"76, peccato il calo abbastanza accentuato nell'ultimo giro. Rebecca Maccioni, tornata nel gruppo dopo qualche anno, si è cimentata nei 100 metri, praticamente la sua prima gara in senso assoluto, chiudendo in 14"68 più che discreto. Melissa Catana  impegnata nei 1.000 cadette ha condotto una buona gara fino ai 600mt, ma un ultimo giro in "salita" l'ha relegata al 5° posto di una gara che poteva vincere e neanche il tempo ci appaga 3'31"19 è troppo per lei.  M.Giulia Maggiali nella stessa gara, ha chiuso 8a n 4'01"14, ma è da assolvere perché sono stati troppo pochi i suoi allenamenti.  Benino Martina Bianchi 14a nei 100 con 14"25 e 4a nel lungo con 4,53. Da rivedere le sue compagne di allenamento M.Giulia Capponi 4a nel peso con 6,34 e 15a nei 400mt e Ilaria Saleppico 6a nel peso con 5,15 e 7a nel lungo. Ho lasciato per ultimi i nostri lanciatori, allenati dal bravo Andrea Faina, perché sono alle prime "armi" e, si sa i lanci richiedono una padronanza del gesto assoluta che si acquista nel tempo, pertanto prendiamo con speranza i risultati dei nostri lanciatori: Nicole Tenerini 2a nel giavellotto cadette con 20,43 ( e...questo non è da buttare, infatti Nicole lanciava il vortex a 42mt) e 6a nel peso con 6,70.Galia Dragan 3a nel giavellotto allieve con 17,82 ( ma soffriva per un dolore alla spalla), Filippo Alimenti 6° nel peso cadetti con 8,10 dove Filippo Mattioli è arrivato 8° con 7,64 e Alessandro Serafin 9° con 7,55. Infine Maya Serpolla si è classificata 5a nel peso cadette con 7,20mt lontano 70cm dal personale ma, come dice lei quando pesava qualche kiletto in più, pertanto buona la sua prestazione.
In sintesi, da rimarcare il fatto che questa gara è stata organizzata con il contributo di tutte le Società del Perugino, con la supervisione del Nostro Delegato Provinciale Alessandro Sorci,a dimostrazione che l'unione fa la forza e insieme si vince, perché per far ripartire veramente alla grande tutto il movimento dell'Atletica Leggera, serve che tutti "remino" dalla stessa parte.
____________________________________________________________________________